giovedì 28 agosto 2008

La marmellata: frutta ed agar agar

L’agar agar è un’alga, il meglio per fare una gelatina e per legare una marmellata che conservi le proprietà della frutta.
Si usa in fiocchi, mai in polvere. Si può utilizzare l’alga intera, avendo l’accortezza di ammollarla in acqua per qualche minuto.
Nella foto, le prove fatte in questi giorni con frutta di stagione: pesche, fichi, more.

frutta, 1 chilogrammo
zucchero, 800 grammi
agar agar, 5 grammi


Cuocere la frutta fino a che non sia spappolata, dieci minuti sono sufficienti.
Se la frutta è particolarmente ricca di semi, ad esempio more, lamponi o ribes, passare la frutta cotta alla chinoise od al passaverdura. In questo caso ricalcolare però le proporzioni frutta-zucchero- agar agar!
Mescolare frutta cotta, zucchero ed agar agar, portare ad ebollizione e cuocere circa un'ora, fino ad ottenere una consistenza un poco caramellata.

1 commento:

Anonimo ha detto...

Bellissima!
Adesso mammà la prova!

Andrea "er cugino"