sabato 24 gennaio 2009

Pane di farro




farina di farro, 500 grammi
acqua, 2.5 decilitri
lievito di birra, una bustina
zucchero, un cucchiaio
olio extra vergine di oliva, un cucchiaio
sale, un cucchiaino

Ricetta base per la pasta di pane. 
In linea generale la proporzione 500 grammi di farina e 2.5 decilitri di acqua è quella giusta per quasi tutti i tipi di farina.

Mettere nella planetaria - armata di gancio - farina, lievito e zucchero ed azionare.
Versare l'olio e, lentamente, l'acqua. Da ultimo il sale. 
L'impasto è pronto  quando risulta compatto ed elastico, saldamente attaccato al gancio della planetaria.
Prendere l'impasto, ungerlo o bagnarlo e metterlo a lievitate in luogo umido e tiepido. In forno con la luce interna accesa e coperto con uno strofinaccio bagnato con acqua calda.
Quando l'impasto ha circa raddoppiato il volume,  si mette in forma - di pagnotta -  per la seconda lievitazione.
La forma, abbondantemente infarinata, deve lievitare una seconda volta. Per quanto? Deve aumentare di volume ma non deve esplodere. Trenta minuti, nel solito luogo tiepido ed umido possono essere sufficienti.
Per la cottura, la forma, incisa a croce, messa in forno, a vapore, statico, 160°. Per quanto dipende dal forno e dalla precisione del termostato. Uno spiedino infilzato a fondo - nel pane - ne deve uscire asciutto.

Nella foto, pane di farina di farro, miele e olio di noci. Cotto al vapore aromatizzato all'aceto di mele fatto in casa con mele coltivate in casa o, meglio, in giardino.

 




Nessun commento: